American Buffet (un disco-metraggio per non adulti).
Salve mi chiamo Buly Pank, ‘American Buffet’ è il mio primo disco, l’ho composto di sera di nascosto a Marco Parente, però con il suo soprannome a 13 anni. Un disco pensando all’ America, questo grande Film dove abbuffarsi, masticare bene ed infine risputare tutto in (lingua) finto-americano. In fondo loro ci hanno colonizzato l’inconscio,, allora perchè non giocarci su a ‘Cortocircuiti culturali’ e a ‘Grande truffa rock’n’roll’.
Perché proprio l’America? Perché l’esempio più giovane di decadenza, dunque ancora di notevole fascino e ispirazione per un ragazzino come me.

→ B.P.



Ecco come promesso, anche il secondo dvd: “Il rumore dei libri” (Mescal, 2006)
Nella performance alla storica Casa 139 di Milano. Sul palco con me c’erano Enrico Gabrielli, Massimo Fantoni, alla lamiera Dario Buccino e a muovere i fili in regia Giacomo Fiorenza.
“Il rumore dei libri fu un primo tentativo di mettere in scena la voce delle parole al posto del loro significato. Per questo l’uso così strumentale sul palco di ogni oggetto, svestito della propria funzione originale al fine di produrre suono, come una sedia o lo stesso libro. Poi c’erano dei vecchi registratori a cassetta, che azionati invocavano la voce di poeti sonori, quelli dell’archivio Baobab.
Se ripenso a Il rumore dei libri oggi, l’unica definizione che mi viene in mente è: ‘Pura performance d’artigianato!’

→ M.P.



Nel 2006 con la Mescal pubblicai il doppio dvd: ‘Neve Ridens un giorno’ e ‘Il rumore dei libri’.
Per coincidenze storiche e per la difficile veicolazione del formato, credo che in pochi siano riusciti a vederli.
Li ricordo entrambi come imprese a metà tra il titanico e il Don Chisciottesco, eppure, grazie soprattutto alla pazienza dei tanti Sancho Panza e Ronzinante, l’impresa riuscì e tutti i suoi frutti raccolti e messi al sicuro proprio qui dentro.
E da oggi, sperando di far cosa gradita, sul mio sito e sul canale YouTube di Blackcandy Produzioni, li potrete vedere integralmente, prima ‘Neve Ridens un giorno’ e a breve distanza ‘Il rumore dei libri’.
Un abbraccio balsamico e buona visione a tutti.

→ M.P.